Una riserva bionaturale
nel cuore dell’Umbria

Biodiversità

Roccafiore è una vera e propria “riserva bionaturale” immersa nel verde delle colline di Todi, in cui si alternano diverse coltivazioni. Novanta ettari sono dedicati a: vigneti, oliveti, seminativi, legumi e cereali, frutteti (noccioli, ciliegi, aranci, limoni, peschi, meli e melograni) e l’orto botanico con piante officinali e aromatiche. All’interno della tenuta è presente inoltre un piccolo allevamento di maialini di cinta senese. Tutto ciò è realizzato con i canoni biologici ed ecosostenibili, con lo scopo di difendere la ricchezza naturale del nostro Paese.

A partire dal 2016, l’Azienda ha realizzato un importante intervento di rimodellamento del paesaggio, nello spirito di un’ingegneria naturalistica orientata al rispetto e alla valorizzazione della biodiversità. Il progetto di riforestazione consente di ridurre e compensare le emissioni di CO2 collegate all’esercizio aziendale; basti pensare che un albero assorbe ogni anno in media circa 10kg di CO2. Con queste operazioni l’azienda si impegna ad assecondare lo smaltimento di grandi quantità di biossido di carbonio, assorbito naturalmente dalla fotosintesi clorofilliana. Proprio per questo piantare e preservare foreste da deforestazioni è uno dei metodi più semplici ed economici per contrastare i cambiamenti climatici. L’anima green di Roccafiore si concretizza in un approccio naturale al fine di produrre sempre più in armonia con l’ambiente; l’intento è quello di trasferire alle nuove generazioni un’azienda ed un territorio ancora pieni di risorse naturali ed umane.